Sa pudda a preu

Sa pudda a preu, ossia "La gallina ripiena", è un piatto che racchiude tutti i sapori e i saperi di una tradizione centenaria: dalla cultura dell'allevamento degli animali alla panificazione, che spesso avveniva presso ciascuna famiglia con cadenza settimanale, dalla convivialità alla trasmissione di rituali e tradizioni .
Vediamo assieme come è possibile riconoscere tutto ciò in questo famoso piatto.

Innanzitutto è un piatto che veniva preparato esclusivamente per le feste più importanti, come il Natale, la Pasqua ed i matrimoni, poi, successivamente, venne estesa alle altre festività.

I suoi ingredienti sono: la gallina ovaiola, preziosa risorsa che anticamente ogni famiglia allevava in casa; le uova, altro elemento che spesso costituiva una fonte di reddito aggiuntiva; il pane coccoi, tipico e pregiato formato di pane ottenuto da un impasto di grano duro ed acqua, utilizzato rigorosamente raffermo, e che per la sua particolare consistenza non può essere sostituito con nessun'altro tipo; il lardo, fresco e non condito; ed infine lo zafferano, straordinaria e preziosa risorsa, vanto della nostra terra.

Si tratta di una ricetta elaborata realizzata con ingredienti semplici, che messi assieme riescono a dare al piatto un'armonia di sapori che difficilmente si riesce a dimenticare. Ancora oggi è particolarmente richiesto per la celebrazione delle solennità più importanti. È il piatto che meglio rappresenta la convivialità e le festività sarde.


Fotografia della ricetta Sa pudda a preu



Ingredienti per circa 4/5 persone:


una gallina ovaiola di Kg 1,500/1,600
170 g di pane tipo coccoi raffermo
3 uova
un mazzetto di prezzemolo
80 g di lardo fresco non condito
una bustina di zafferano
sale

Per il brodo:
una cipolla di medie dimensioni
un mazzetto di prezzemolo
4 pomodori secchi
acqua
sale


...........................................


Preparazione della gallina ovaiola:

Eviscerare completamente la gallina, eliminare le ossa del collo tenendo però ancora unita la testa al busto (basta incidere le articolazioni alle due estremità per staccare il collo lasciando quasi intatta la pelle). Fiammeggiare la gallina, lavarla e asciugarla bene anche al suo interno.

Per il ripieno:

Levare la crosta al pane e tagliarlo a cubetti, condire con il prezzemolo tritato ed il lardo cubettato. In una ciotola capiente sbattere le uova, sciogliere lo zafferano e salare. Unire i cubetti di pane, precedentemente conditi, e mescolare il composto.
 Riempire il busto ed il collo della gallina con questa farcia facendo una leggera pressione, evitando però di riempirla completamente, questo perché durante la cottura il ripieno aumenterà di volume.
Con ago e filo bianco (non utilizzare fili colorati, né fili diversi dal cotone) cucire le estremità, al fine di evitare la fuoriuscita del composto.
Mettere la gallina ripiena in una grossa pentola, coprire d'acqua, ed unire infine gli altri sapori: il prezzemolo, i pomodori secchi, la cipolla intera ed una manciatina di sale grosso.
 Lasciare cuocere a fuoco medio per circa un'ora e mezza. Assicurarsi con una forchetta che la carne sia cotta, altrimenti prolungare la cottura.
Quando Sa pudda a preu sarà pronta, scolarla dal brodo e farla raffreddare.
Levare il filo, tagliare a pezzi la gallina, estrarre il ripieno dal busto e tagliarlo a fette di circa un centimentro di spessore. Tagliare a fette anche il collo.
Servire i pezzi della gallina con le fette di ripieno.



.....................................................................


Sa pudda a preu, or "The stuffed egg-layer hen", is a dish that contains all the flavours and knowledges of a centenary tradition: from the culture of animal's livestock to bread making, which often tooked place at each family on a weekly frequency, from conviviality to transmission of rituals and traditions.
Let's see together how it's possible to recognise all this in this famous dish.

First of all, it's a dish that was prepared exclusively for the most important holidays, as Christmas, Easter and for the weddings, then, later, it was extended to other holidays.

Its ingredients are: the egg-layer hen, a precious resource that every family was breed at home in the past times; the eggs, another element that often constituted an additional source of income; the coccoi bread, a typical and precious type of bread got by a mixture of durum wheat and water, strictly used stale and which due for its particular consistency can't be replaced with any other type; the lard, not seasoned and fresh; and finally the saffron, an extraordinary and precious resource, the pride of our land.

It's an elaborate recipe made with simple ingredients, which put together can give a harmony of flavors at the dish that you can hardly forget. Even today it's particularly requested for the celebration of the most important solemnities. It's the dish that best represents the conviviality and holidays' Sardinian.


Ingredients for about 4/5 people:

an egg-laying hen of about 1,500 / 1,600 kg
170 g of stale bread type "coccoi"
3 eggs
a bunch of parsley
80 g of fresh and not season lard
a sachet of saffron
salt

For the broth:
a medium-sized onion
a bunch of parsley
4 sun-dried tomatoes
water
salt


....................................


Preparation of egg-laying hen:

Completely eviscerate the egg-laying hen, remove the bones of the neck, holding the head still attached at the bust ( be sufficient incise the joints at both ends for detach the neck leaving the skin almost intact). Flame the egg-laying hen, wash it and dry it well especially inside.

For the stuffing:

Remove the bread crust and cut it into cubes, season with the minced parsley and the lard cutted at diced. Beat the eggs in a large bowl, dissolve the saffron and add the salt. Add the previously seasoned bread cubes and mix the mixture.
Fill with this stuffing the bust and the neck of the egg-layer hen making a slight pressure, but avoid filling them completely because during the cooking the stuffing will increase in volume.
Sew the ends with needle and white thread (do not use colored threads or threads other than cotton), for prevent the mixture from stick out.
Put the stuffed egg-layer hen in a large pot, cover with water and finally add the other flavours: the parsley, the sun-dried tomatoes, the whole onion and a handful of coarse salt.
Let cook at over medium heat for about an hour and a half. Make sure that the meat is cooked with a fork, otherwise continue the cook.
When Sa pudda a preu will be ready, drain it from the broth and let it cool.
Remove the thread, cut the egg-layer hen into pieces, remove the stuffing from the bust and cut it into slices of about a centimetre thick. Cut the neck into slices.
Serve the pieces of the egg-layer hen with the stuffing's slices.

Commenti