Stinco di maiale con fave

Uno stufato con protagonista un legume "insolito" le fave, che utilizzate in questo periodo di maturazione esprimono caratteristiche degustative uniche, rispetto allo stesso legume fresco o secco, offrendo una valida alternativa ai fagioli che solitamente vengono utilizzati in questi piatti classici e più invernali. Se non riuscite a trovare le fave di fine raccolto, utilizzate le fave secche, più facili da reperire, e sicuramente altrettanto buone, ma in questo caso, mettetele in ammollo la sera prima!


Fotografia della ricetta Stinco di maiale con fave


Ingredienti:


Per lo stinco

5 pezzi di stinco di maiale
2 carote
2 coste di sedano
uno spicchio d'aglio
una cipolla
70 g di concentrato di pomodoro
alloro
salvia
prezzemolo
rosmarino
pepe
sale
2 cucchiai di Olio extravergine d'oliva

Per le fave

500 g di fave sbucciate (utilizzate le fave di fine raccolto)
uno spicchio d'aglio
1/2 cipolla
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva


.....................................


In un tegame far rosolare con l'olio, il trito di aglio e cipolla, il sedano e la carota tagliati a pezzi più grossi. Aggiungere i pezzi di carne rosolandoli da entrambi i lati, salare e pepare, unire il concentrato di pomodoro, e proseguire la cottura per 2 minuti. 
Coprire con abbondante acqua (circa due dita sopra la carne), e cuocere fino a quando il brodo si sarà ristretto di circa la metà,e che la carne sia cotta. 
Pulire le fave, eliminando la parte scura superiore di ciascuna fava, lavarle e scolarle. In un altro tegame, scaldare il resto dell'olio e far rosolare l'aglio e la cipolla tritati, aggiungere le fave ed il concentrato di pomodoro,lasciandole cuocere per circa 5 minuti.
Unirle alla carne, aggiungere l' alloro, il prezzemolo tritato, la salvia e il rosmarino. Proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Regolare di sale e pepe se necessario. Servire caldo.


.......................................................


Pig's knuckle with board beans



A stew featuring a "unusual" legume the board beans, if they are used in this period of maturation they express characteristics unique of tasting, compared with the same fresh or dried legume, offering a viable alternative to the beans that are usually used in these classics and winter dishes.
If you can not find the board beans of end of the harvest, use the dried board beans, easier to find, and certainly just as good, but in this case, put them to soak the night before!


Ingredients:


For the pig's knuckle

5 pieces of pig's knuckle
2 carrots
2 stalks of celery
a clove garlic
an onion
70 g of tomato concentrate
laurel
sage
parsley
rosemary
pepper
salt
2 tablespoonfuls extra virgin olive oil

For the broad beans

500 g of peeled broad beans (use the broad beans at the end of harvest)
a clove garlic
1/2 onion
a tablespoonful tomato concentrate
2 tablespoonfuls extra virgin olive oil


...................................


Let brown the chopped garlic and onion, celery and carrot cut into large pieces in a pan with extra vergine olive oil. Add the pieces of meat browning from both sides, add salt and pepper, add the tomato concentrate and cook for about 2 minutes.
Cover with plenty of water (about two fingers above the meat) and cook until the broth you will be narrowed by about half and the meat will be cooked.
Clean the broad beans, eliminating the upper dark part of each broad bean, wash and drain them.
In another pan, heat the remaining oil and let brown the garlic and chopped onion, add the broad beans and the tomato concentrate, leaving them to cook for about 5 minutes.
Add them to the meat together at the bay leaf, at the parsley, at the sage and at the rosemary. Continue cooking for another 5 minutes.
Season with salt and pepper if necessary. Serve hot.

Post più popolari